top of page
  • Immagine del redattoreGerry Gerosa

Il valore delle parole

Aggiornamento: 19 nov 2022

Intervista a Bernhard Heusler, Heusler è stato presidente della squadra di calcio

del Basilea dal 2012 al 2017. Sotto l'era Heusler, il club svizzero ha vinto lo scudetto otto volte di seguito.



Ci sono molti modi per riconoscere e ricompensare una persona per il lavoro svolto ma, senza dubbio, le PAROLE hanno un valore inestimabile.


L'intervista a Bernhard Heusler


Tanti i boati che si sono levati al St. Jacob Park quest’anno e tanti se ne potrebbero ancora levare in questa stagione che si può definire pazzesca?

Sì, una stagione che possiamo definire pazzesca, dapprima l’estromissione dalla Champions nei preliminare, poi un inizio di campionato un po’ difficoltoso fina al cambio dell’allenatore. Una decisione che non ci ha risparmiato aspre critiche e poi ci siamo ritrovati in semifinale di Europa League, in corsa per campionato e coppa svizzera e con un nuovo allenatore e un nuovo sistema che propone un gioco offensivo. Tutto ciò è semplicemente bello.


Tante critiche ma la scelta di sostituire Vogel con Yakin alla fine è stata quella giusta.

È sempre cosi quando si prendono decisione che la maggior parte della gente magari non condivide. Ci vuole coraggio ed alcune volte solo avendo coraggio si può andare avanti.


Bisogna essere coraggiosi in campo, lo aveva detto anche Murat Yakin alla viglia della gara di ritorno contro il Tothenamm, ma bisogna essere coraggiosi anche a livello dirigenziale soprattutto se si è presidente del Basilea.

Si ma credo che i presidenti di tutti i club debbano esserlo visto che devono continuamente operare delle scelte e sopratutto avere coraggio di prendere decisione, che ripeto, spesso non sono condivise da giornali e tifosi. Ci saranno sempre critiche ma fanno parte del gioco.


Il successo del Basilea è dovuto anche a un ticinese, all’osservatore Gerry Gerosa. Cosa pensa del suo lavoro?

Gerry Gerosa è una persona fantastica ed un grandissimo conoscitore del calcio oltre che un osservatore meticoloso. Può redigere un rapporto su un avversario come il Molde in maniera tanto precisa e dettagliata esattamente come lo può fare i suoi avversari più famosi, esattamente come il Chelsea. Quando mi capita di leggere le sue relazioni e come se si leggesse un libro emozionale, dalla fine della lettura si è convinti di sapere tutto sul modo di giocare degli avversari. Sono affascinato dal suo lavoro.


"...Quando mi capita di leggere le sue relazioni e come se si leggesse un libro emozionale, dalla fine della lettura si è convinti di sapere tutto sul modo di giocare degli avversari. Sono affascinato dal suo lavoro."




Ascolta l'intervista a

Bernhard Heusler

43 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page