top of page

Analisi partite

L’Analisi degli avversari posso dire che è il PIATTO PRINCIPALE di un ricco Menu, mi spiego meglio:

L’Analisi degli avversari posso dire che è il PIATTO PRINCIPALE di un ricco Menu, mi spiego meglio:

 

Come antipasto bisogna conoscere il proprio allenatore, la sua mentalità, le sue idee di calcio.

 

Come primo piatto bisogna conoscere la propria squadra, il livello tecnico-fisico e mentale dei tuoi giocatori e quello che ti possono dare in diverse situazioni di gioco contro i diversi avversari.

Arriviamo ora al piatto forte il secondo: analizzare gli avversari;  Bisognerà prima di tutto cercare di capire quale potrebbe essere la formazione tipo che dovrai affrontare, quindi fare un’analisi accurata della rosa che ha giocato le ultime 7/8 partite, vedere se ci sono infortunati oppure squalificati e poi vedere ed analizzare i video delle ultime partite, se non vi è la possibilità di andare sul posto a vedere l’avversario.

Ora fino a poco tempo fa la visione live della partita era fondamentale in quanto un analista spesso non guarda dove è la palla, (mentre i filmati TV sono concentrati su dove è la palla)  ma il suo scopo è quello di trovare i punti deboli degli avversari per poter preparare al meglio la propria squadra, quindi avendo la visione totale del campo di gioco, puoi vedere per esempio se l’avversario costruisce a sinistra, come si comporta il terzino destro, se chiude verso il centro oppure se rimane largo ed in base a queste informazioni redigi un rapporto che serve all’allenatore per preparare eventualmente allenamenti tattici specifici.

 

Naturalmente questi rapporti o queste analisi sono supportati, oggi giorno, da video che vengono presentati ai giocatori in modo strutturato, ovvero come si comporta l’avversario nella varie “zone” del campo sia in fase offensiva che difensiva, come si muovono nella fase di transizione e come si strutturano nelle palle ferme. Oggi ci sono società private che riprendono le partite con la telecamera Tattica , filmati che ti fanno vedere tutto il campo ed agevolano il tuo lavoro, anche se, l’analista moderno ha sempre bisogno di “sentire l’odore dell’erba”… anche quella sintetica!

 

E come Dessert? Gli sportivi non mangiano il Dessert o sbaglio?

 

Il dessert è “farina del tuo sacco” ovvero, come detto precedentemente, l’analista moderno deve avere le proprie idee, adattate ai principi dell’allenatore, ma deve poter esprimere il proprio parere tecnico-tattico sia sull’avversario che ha studiato ma soprattutto su come imposterebbe la partita, quale sistema di gioco utilizzerebbe e quali accorgimenti offensivi e difensivi adotterebbe per vincere la partita.

Dico sempre l’analista ha come obiettivo “far pensare l’allenatore”!! Spesso gli allenatori hanno una loro visione della propria squadra e degli avversari perché anche loro si guardano le partite, la tua relazione sugli avversari deve contenere delle proposte di soluzioni tecnico tattiche così da poter dare all’allenatore un’altra visione dell’avversario, la tua, che potrà essere uguale alla sua o diametralmente diversa. Se diversa l’allenatore inizierà a riflettere sul perché è differente, rafforzando la sua idea oppure cambiandola.

 

In entrambi i casi tu ha fatto bene il tuo lavoro.

Scarica l'elenco partite visionate

nati a 34.jpg

Murat Yakin con Gerry Gerosa

foto analisi partite.jpg
bottom of page